Interdepartmental Grant

Originariamente chiamato Armenise-Harvard Centers for Advanced Scientific Research Grant, l’Interdepartmental Grants ha supportato i direttori dei Dipartimenti di Scienze di Base con un fondo discrezionale per sostenerli in diversi modi come l’acquisto di attrezzature, pagamento di personale, seminari, ecc.

La Fondazione ha investito oltre 10.2 milioni di dollari americani in questo programma, supportando i diversi Dipartimenti:

Dipartimento di Biologia cellulare

Nel Dipartimento di Biologia cellulare si studiano i meccanismi molecolari alla base della vita delle cellule. La cellula è composta da sostanze chimiche e comunica al suo interno e con il suo ambiente attraverso messaggi chimici. Imparare la “lingua” di questi messaggi ha consentito di ottenere enormi progressi. Tuttavia, anche dopo questi progressi, la biologia molecolare incontra grossi limiti quando gli scienziati tentano di mettere insieme tutte le parti del sistema. I ricercatori del Dipartimento vanno oltre gli approcci che si limitano a scattare istantanee dell’aspetto della cellula, o che elencano gli ingredienti delle cellule. Studiano invece la cellula nel suo contesto più ampio.

Dipartimento di Genetica

Il Dipartimento di Genetica è specializzato nel creare nuova conoscenza a partire dalla grande ricchezza di dati recenti sul genoma umano e di altri organismi. Il dipartimento aiuta a sviluppare strumenti computazionali per tradurre le informazioni del genoma in informazioni sulle funzioni biologiche. La tecnologia high-throughput prende il posto di almeno alcune delle classiche attività di laboratorio per interpretare questa grande mole di dati. Questa tecnologia aiuta anche le consolidate ricerche genetiche che riguardano la natura di malattie cardiache ereditarie, il cancro, la resistenza a batteri e tossine, aspetti dello sviluppo del sistema nervoso e, in particolare, della retina.

Dipartimento di Neurobiologia

Gli studi sul cervello stanno crescendo rapidamente in due direzioni complementari. Da un lato, le funzioni dei geni possono essere manipolate con notevole eleganza nei sistemi nervosi di diversi organismi, per chiarire le basi molecolari del comportamento, la plasticità , la funzione e lo sviluppo del cervello . Ma il cervello è più dei suoi geni e delle sue sinapsi – è anche un incredibile macchina per il calcolo, e progressi tecnici straordinari rendono ora possibile studiare intere reti di neuroni mentre sono all’opera nel cervello vivente , o come potrebbero in teoria funzionare potenti computer modellati su di esse. Questi progressi hanno trasformato i campi della psicologia, della linguistica, e altre scienze sociali al punto che il cervello e il comportamento possono per la prima volta essere scomposti e analizzati da un punto di vista funzionale.

Dipartimento di Biologia Sistemica

La Biologia Sistemica punta a comprendere la logica e la funzione delle principali strutture biologiche. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo prima di tutto misurare con precisione la quantità di una particolare specie molecolare presente in una singola cellula vivente, dove si trova, e a quali sostanze si lega, seguendo questi valori nel tempo mentre la cellula reagisce a stimoli specifici. Quindi, dobbiamo imparare a trarre lezioni da approcci e strumenti provenienti da discipline teoriche e computazionali per capire come cambiamenti in stati quantitativamente definiti vengano tradotti in informazioni che le cellule e gli organismi possono utilizzare per prendere decisioni. E infine, dobbiamo cercare di capire come una particolare organizzazione si è evoluta, e cosa rende alcune forme di organizzazioni migliori di altre da un punto di vista evolutivo. Il Dipartimento di Biologia Sistemica dell’Harvard Medical School punta alla leadership nell’ottenere e mettere assieme informazioni dinamiche e quantitative, per comporre un quadro teorico e usare i risultati per definire nuove aree sperimentali.

Biologia Strutturale

La biologia strutturale studia l’architettura biomolecolare delle cellule. I biologi strutturali alla Harvard Medical School analizzano in particolare le strutture tridimensionali delle proteine, i meccanismi con cui le proteine stesse si assemblano tra loro, i complessi proteici con acidi nucleici e carboidrati, ognuno dei quali può agire come messaggero chimico, regolatore chimici o recettore. Per adeguarsi a una missione così ampia, le proteine e i complessi di proteine si presentano in varie forme e dimensioni. Studiando la struttura 3-D di una molecola proteica, gli scienziati possono sondare i punti di funzione di una particolare proteina o complesso proteico e capire come quella proteina interagisce con altre molecole. Questa comprensione è cruciale per lo sviluppo di terapie farmacologiche. L’analisi delle strutture 3-D contribuirà direttamente alla progettazione razionale di farmaci e vaccini.

Dipartimento di Microbiologia e Immunologia

Questo Dipartimento promuove un approccio di ricerca altamente interdisciplinare, che unisce la ricerca di base nei settori della microbiologia e dell’immunologia a un forte approccio applicativo. La ricerca interdisciplinare presso il Dipartimento di Microbiologia e Immunobiologia si concentra su microbiologia, immunologia , virologia e sulla creazione di nuove collaborazioni e piattaforme di ricerca per le terapie immunologiche. Gli scienziati del Dipartimento stanno applicando tecnologie di frontiera nel campo della genetica, della genomica, dell’imaging , della chimica e della biologia computazionale per sviluppare nuovi trattamenti per minacce sanitarie globali come l’AIDS, il colera e l’influenza, così come per diabete, cancro, resistenza agli antibatterici. Il nostro obiettivo è quello di spingere i confini tradizionali della ricerca in microbiologia e immunologia per comprendere e scoprire modi e più efficaci modi per curare le malattie.